Consigli per come spazzolare il cane: le regole base

Spazzolare il pelo del proprio cane è un’usanza importante e utile per mantenerlo pulito e in ordine, una pratica da trasformare in abitudine costante. Che il pelo sia corto, lungo, liscio, riccio, ispido o particolare è fondamentale spazzolarlo con frequenza. Ovviamente maggiore sarà la lunghezza del pelo, più frequenti risulteranno le sessioni di spazzolatura, in particolare durante il periodo della muta cioè del ricambio del sottopelo.

La spazzola e l’attrezzatura per la pulizia del pelo devono risultare oggetti familiari, accettati positivamente dal cane. Per questo è importante educarlo alla pratica sin da cucciolo, così da rendere il tutto familiare e positivo. Importante spazzolare il cane accompagnando il gesto con parole affettuose, magari qualche carezza e vezzeggiativo per rasserenare l’umore e spezzare eventuali tensioni create dalla paura dell’oggetto.

Spazzola e consigli

Spazzolare l’amico di casa lo aiuta a eliminare sporcizia, batteri e pelo morto durante le due fasi annuali della muta. Inoltre pettinare il cane lo predispone a preparare il pelo per il bagno periodico. Perché la spazzola diventi un oggetto amichevole, è bene rendere positiva la sua presenza, magari adagiandovi sopra qualche crocchetta golosa oppure affiancandola alla ciotola. O ancora spazzolandolo prima del pasto così da associare il gesto al rituale, identificandolo come premio finale. Ovviamente l’approccio dovrà risultare sereno, la spazzola verrà introdotta gradualmente magari affiancandola a oggetti ludici e di uso comune già accettati.

Per spazzolare il cane è importante munirsi dell’attrezzatura giusta, possibilmente seguendo i consigli del commerciante di fiducia. Quindi iniziando a pulire il pelo con un pettine, seguendo la direzione del mantello partendo dalla testa, proseguendo sul corpo e successivamente zampe e coda. Importante insistere sulle zone più difficili, dove il pelo sedimenta maggiormente, come l’area del collo e la parte posteriore del corpo. In un secondo momento si passa alla spazzola che potrà rimuovere eventuali corpi estranei, come foglie, legnetti, insetti, districando anche eventuali nodi.

Frequenza e cardatore
Si spazzola il proprio cane una volta la settimana, se possiede un pelo medio corto, quindi si passa a due o tre se il manto è lungo e tende ad arruffarsi.

 Il cardatore è la miglior spazzola per cani che perdono pelo e’ costituita di dentature fini in ferro che lavora con il sotto pelo e utilizzata correttamente tutti i giorni elimina 80% di perdita di pelo.Va utilizzato con attenzione, dosando la forza per impedire escoriazioni sulla cute, anche se le attrezzature attuali possiedono piccoli copri-polpastrelli antigraffio. Se non si riesce a togliere i nodi si può applicare sul manto del cane uno spray chiamato scoglinodi, lasciandolo per qualche secondo facilita la snodatura del pelo del cane. E’ importante sapere che la perdita di molto pelo è  anche dovuta ad una cattiva alimentazione. Quindi si consiglia di dare un mangime di qualità al propri cane.

 

CALL TO ACTION-ECCOMERCE