Diversi studi scientifici hanno dimostrato che il sonno dei cani è molto simile a quello dell’uomo.

Partiamo dall’inizio:

Il sonno REM è caratterizzato da rapidi movimenti degli occhi e movimenti involontari: nel cane tale fase si manifesta in particolare con una contrazione del muso, degli arti e spesso con sottili uggiolii. È  nel sonno REM, come nell’uomo, che l’animale sogna. Secondo una ricerca condotta da Matthew Wilson membro del Picower Institute for Learning and Memory presso il MIT (Massachusetts Institute of Technology), mentre dormono, nella mente dei nostri amici, scorrono le immagini di eventi passati allo stesso modo in cui noi ricordiamo le esperienze vissute in sogno.

Durante il sonno REM, i sogni durano più a lungo e possono riguardare esperienze passate da settimane, mesi o persino anni prima; al contrario i sogni non-REM sono composti da istantanee degli avvenimenti di quel giorno.

I sogni influenzano la loro vita?

Questo avviene perché l’ippocampo (una parte del cervello coinvolta nella memoria) è organizzato nello stesso modo in quasi tutti i vertebrati ed i mammiferi. Secondo lo psicologo Stanley Coren, autore di diversi libri tra cui “How Dogs Think: Understanding the Canine Mind”, nei cani la frequenza e la lunghezza dei sogni è legata alla loro dimensione fisica: i cani di grossa taglia sognano molto più a lungo rispetto ai cani di piccola taglia per i quali il sogno dura meno ma si verifica anche più spesso.

Quindi ogni qual volta osserverete il vostro cane impegnato a guaire, muovere le zampe o gli occhi è molto probabile che stia sognando.

“Cosa?” vi chiederete.

Magari una pallina da prendere al volo, un osso sepolto chissà dove oppure una provvidenziale caccia al topo…

Per sognare, è chiaro, occorre dormire bene e per dormire bene servono cucce per cani all’altezza dei sogni a quattro zampe.
Scegli i prodotti migliori per il riposo di cani e naviga tra le offerte più vantaggiose.