Se il cane è ancora un cucciolo sarà più semplice educarlo affinché abbia un comportamento adeguato. Esistono alcune premesse fondamentali, come ad esempio la corretta socializzazione sin da quando sono cuccioli, non lasciarli tirare al guinzaglio o evitare di sovreccitarli al momento della passeggiata.

Andare a spasso è uno dei momenti più attesi e apprezzati dal nostro miglior amico. Per questo molti cani possono mostrarsi iperattivi durante la passeggiata o quando percepiscono che è il momento di uscire. Di seguito vedremo alcuni consigli su come portare a spasso il vostro animale senza farlo innervosire e facendogli godere serenamente l’esercizio fisico.

L’importanza di insegnare al cane a passeggiare correttamente

Anche se per i nostri amici a quattro zampe risulta facile camminare e correretutti i cani devono imparare ad andare a spasso correttamente. Un cane che tira troppo al guinzaglio, ad esempio, fa di solito del male a se stesso e al proprio padrone. Quelli che poi sono nervosi o che hanno l’abitudine di cacciare piccoli animali, possono provocare numerosi incidenti.

L’ideale sarebbe cominciare a insegnare al vostro miglior amico a passeggiare mentre è ancora un cucciolo. Durante i primi mesi di vita, l’animale forma i pilastri del proprio comportamento ed ha un carattere più flessibile; questo è il momento chiave per l’addestramento e la socializzazione di ogni cane. 

È importante ricordare che i cuccioli si trovano in piena fase di sviluppo e il loro sistema immunitario è ancora debole. Per questa ragione, le prime passeggiate fuori devono cominciare dopo il completamento del primo ciclo di vaccini e la deparassitazione. 

Tuttavia, l’educazione di un cane deve iniziare nel momento stesso in cui arriva nella nuova casa. Non potremo portarlo a spasso né insegnargli gli ordini di obbedienza di base, ma potremo senz’altro insegnargli le regole della casa. È, inoltre, consigliabile fargli fare esercizi di stimolazione prematura per incentivare le sue capacità fisiche, cognitive ed emotive.